CHI SONO

Mi chiamo Virginia. Sono un'architetta trentottenne barese,

appassionata di bricolage, di libri e di fotografia.

Adoro il buon cibo e sono nota fra gli amici

e le amiche come strenua produttrice di dolci

da collasso iperglicemico e grandi torte, 

da permesso edilizio.

 

Spinta da insana vis creatrice,  sono colta da irrefrenabile prurito alle mani ogni volta che posso sperimentare possibili trasformazioni dei materiali.

Penso che il design non sia solo sinonimo di stile

o di estetica: progetto per realizzare uno scopo preciso. Nella mia mente gli oggetti di design sono un po' come

dei messaggi in bottiglia - lanciati nel mare magnum del tempo che viviamo e contenenti lo spirito di quel tempo -.

Per questo sono un' assidua frequentatrice di isole ecologiche e un' instancabile rovistatrice di spazzatura; per questo realizzo tutti i miei elementi di arredo e oggetti di dubbia utilità utilizzando esclusivamente oggetti e materiali di recupero.


COSA FACCIO

In particolare ho ideato una linea di mobili molto particolari 

con cartone da imballaggio, che sono contemporaneamente:
 

►  divertenti e semplici da montare;

►  personalizzabili con disegni, intarsi, ecc.;

►  ecosostenibili, in quanto creati con materiali riciclati e riciclabili al 100%;

►  privi di collanti nocivi e agganci, perché funzionano per sezioni ad incastro;

►  facilmente smontabili e compattabili in volumi di imballaggio minimi;

►  leggeri e facili da trasportare;

►  resistenti e duraturi, contrariamente all'idea diffusa che vede il cartone merce povera e transitoria.

Resami conto che la loro realizzazione costituisce un'azione non solo divertente ma anche istruttiva, per tutti i concetti che veicola, ho messo a punto dei laboratori in cui insegno le principali tecniche e guido i/le partecipanti nella realizzazione di questi mobili.